Arabia Saudita: paesi che ancora la vendita di armi per regno — CNN



Un certo numero di paesi hanno limitata la vendita di armi all’Arabia Saudita, dal momento che il regno cominciò attacchi aerei su Yemen nel, in una guerra che l’ONU descrive come, in particolare in Europa, dopo l’uccisione del giornalista Jamal Khashoggi presso il consolato Saudita in Turchia il mese scorso. Il Presidente americano Donald Trump, ha, tuttavia, la Danimarca e la Finlandia giovedì diventato l’ultima paesi sospensione delle nuove armi affari con l’Arabia Saudita. Danimarca il Ministero degli Esteri ha detto che era zero nuove offerte su entrambi Khashoggi e Yemen, mentre il finlandese Ministero degli Esteri, di cui solo lo Yemen. Anche la finlandia bannato di nuovo la vendita di armi negli Emirati Arabi Uniti, che è parte del Saudita-coalizione nel conflitto. La danimarca e la Finlandia non sono i principali fornitori di armi all’Arabia Saudita, ma la Germania è sicuramente. Aveva già sospeso di nuovi armamenti, affari, l’Arabia Saudita, ma lunedì si è ampliato il divieto di includere i trasferimenti di armi esistenti e ordini. (SIPRI) tenta di transazioni che coinvolgono le principali armi, e di una banca dati di importazioni dall’Arabia l’ultimo decennio mostra gli Stati Uniti come il più grande fornitore, seguiti da Regno Unito, la Francia, la Spagna e poi in Germania. Ma un sacco di esportatori ancora in vendita, per i Sauditi hanno drasticamente ridotto la loro alimentazione negli ultimi anni. Il Regno Unito, per esempio, il trasferimento di armi del valore stimato di milioni di dollari nel, ma quasi dimezzato il valore di dollari per milioni di euro l’anno scorso, secondo il SIPRI. (Il database utilizza valori costanti e prezzi per eliminare le fluttuazioni di valuta e di inflazione.) Le esportazioni francesi di grandi armi all’Arabia Saudita sono stati la pena di dollari di milioni di euro nel, ma è sceso a dollari a milioni nel e di dollari venti-sette milioni di euro l’anno scorso. Il valore delle esportazioni spagnole anche drasticamente diminuito in quel periodo di tempo, ma il governo spagnolo ha confermato anche quest’anno sarebbe andare avanti con le braccia di offerte che avevano già suggerito, sarebbe congelare, cedendo alle pressioni da produttori spagnoli, Che è stato quasi completamente a causa di un enorme aumento nel i trasferimenti dagli Stati Uniti, che è quasi raddoppiato le sue esportazioni in termini di valore di dollari a.

quattro miliardi di euro in quel momento. Anche la germania ha moltiplicato le sue esportazioni in dollari quattordici milioni di dollari di milioni di euro, anche se è previsto che sia molto più bassa di quest’anno, dopo la sua sospensione. In generale, nessun paese è vicino agli Stati Uniti nei principali armi di alimentazione. Negli ultimi cinque anni, gli stati UNITI rappresentavano il dei principali vendita di armi ai Sauditi. Il regno UNITO era un lontano secondo, con una ventina di tre share, mentre la Francia, in terza posizione, è stato solo di quattro. La cina fornisce una quantità trascurabile di principali armi all’Arabia Saudita, il SIPRI, i dati dimostrano, ma è in aumento.

La Russia fornisce così poco non è incluso nel database aziendale

‘La Russia ha cercato negli ultimi dieci-quindici anni per ottenere la grande Arabia braccia di mercato, ma non ha avuto molto successo. L’arabia Saudita ha acquisito russo fucili e comprati qualche altro gli elementi, ma tali accordi sono molto piccoli, Pieter Wiseman, un ricercatore senior con il SIPRI, il trasferimento di armi e militari programma di investimenti. ‘La cina ha fatto alcuni più sostanziale agibilità e l’Arabia braccia di mercato, in particolare la vendita di droni armati, Wiseman ha detto. I dettagli sono ombrosi, e probabilmente hanno sottovalutato il ruolo della Cina come un esportatore di armi all’Arabia Saudita. Ma la Cina non è venuto da nessuna parte vicino a stati UNITI, regno UNITO o Francia braccia fornitori. Ancora, il punto importante qui è che l’Arabia Saudita ha esplorato la possibilità di diversificare i propri fornitori